Cheloidi e cicatrici

La terapia d’elezione delle cicatrici rosse recenti e caratterizzate da forte vascolarizzazione si effettua grazie all'utilizzo del laser frazionale verde 532 nm - vedi LASEmaR® 500.
 
Per quanto attiene, invece, il trattamento laser dei cheloidi e delle cicatrici ipertrofiche l’effetto inibente della laser terapia ad alta energia, mediante laser a diodi nel vicino infrarosso, sui fattori di crescita vascolari ed endoteliali delle lesioni cheloidee e delle cicatrici ipertrofiche è documentato dalla legge di Arnld-Schultz - vedi LASEmaR® 800-

La Legge di Arnld-Schultz (o legge degli stimoli)
 

 L'ormési, dal verbo greco ormao, che significa stimolare, è una relazione dose/risposta caratterizzata da un effetto bifasico: molti organismi/sistemi biologici esposti ad un'ampia gamma di stimoli mostrano risposte opposte a seconda della dose; l'ormesi viene considerata una funzione adattativa (Amendola, Cerioli, Migliore, 2006, 2008).
Le risposte ormetiche sono caratterizzate da una modesta stimolazione della funzione interessata a basse dosi e dall'inibizione della stessa alle alte dosi. 
 

Possiamo quindi confrontare un principio energetico con i fenomeni dell'acqua:
  • uno stimolo di dose in minima quantità (es. gocce d'acqua proporzionate) produce una crescita della pianta;
  • uno stimolo elevato (es. alluvione) affoga inibisce la crescita della pianta; 
  • uno stimolo esagerato (es.: getto impetuoso d'acqua) sradica e distrugge la pianta.

L’esperienza di Eufoton® conferma le aspettative dell'impiego sinergico della laser terapia ormetica con laser diodi ad alta potenza nel vicino infrarosso anche in chirurgia plastica.

Rimozione cheloide - Gentile concessione S. Otuoke, MD

  • info_outline Approfondisci
    L'uso terapeutico del manipolo Multi-Therapy ha dimostrato nel 70% dei casi dopo sei - sette sedute, la risoluzione dei cheloidi recenti, con ottimi risultati di regressione della sintomatologia, assenza di prurito e di guarigione delle lesioni. In questi pazienti, ottimale è stato anche il risultato psicologico.
     
    Il restante 30% dei pazienti con cheloidi, nel complesso, ha ottenuto un significativo miglioramento del quadro fisico e psicologico: i cheloidi recidivi presentavano minime dimensioni, assenza di sintomatologia pruriginosa ed aspetto estetico non deturpante.
    Il vantaggio chirurgico è la vasocostrizione dei tessuti sottoposti alla terapia.
     
    Per quanto attiene invece delle piccole cicatrici cutanee a seguito di interventi chirurgici, piccoli incidenti ecc. la terapia con laser frazionale non ablativo (1470 nm oppure 1940 nm – vedi Aton, LASEmaR® 1500 , Spectrum® è una pratica ormai consolidata negli studi di chirurgia plastica dermatologica.
Seleziona il tuo laser

Sei interessato ad un laser o ad un accessorio?

commentChiedi una consulenzacomment
RICHIESTA CONSULENZA

Hai bisogno di aiuto? Compila il form e ti contatteremo.

!

!